mercoledì 16 maggio 2018

Veneziaenigma. Tredici secoli di cronache, misteri, curiosità e straordinarie vicende tra storia e mito - Alberto Toso Fei


6122824

 

I Contenuti

Veneziaenigma. Tredici secoli di cronache, misteri, curiosità e straordinarie vicende tra storia e mito.


La Recensione

Quando visito una città, soprattutto se di interesse storico e artistico come Venezia, la prima tappa obbligata è la prima libreria che riesco a trovare (meglio se piccola e nascosta) a spulciare gli scaffali con le opere locali, snobbando a piè uniti le guide turistiche più rinomate e andando alla ricerche delle chicche nascoste meno commerciali, ma più intriganti.

Veneziaenigma è uno di quei tesori che qualsiasi buon pirata alla ricerca di scrigni preziosi non si farebbe mai sfuggire: il libro è una guida a tutti i sestieri di Venezia (quartieri) dove ogni angolo viene raccontato attraverso storie e leggende, un modo di viaggiare non solo nello spazio, ma anche nel tempo. 

Venezia è unica al mondo, una bolla di storia fuori dal tempo, che si respira in ogni calle, in ogni sottoperga, in ogni fondamenta; camminare e navigare dentro di essa è il continuo respirare nella storia medievale e rinascimentale, tutta l'atmosfera è magica e anche se si è circondati da altre migliaia di turisti sembra sempre che da un momento all'altro possa spuntare una dama settecentesca da dietro una calla.

Questo libro è secondo me una guida fantastica per camminare tra i tredici secoli di cronache, misteri, curiosità e straordinarie vicende tra storia e mito che hanno fatto di Venezia la meta di milioni di persone da tutto il mondo. Toso Fei traccia un percorso storico supportato da una robusta bibliografia, corredata e supportata anche dall'impaginazione, dallo stile e anche dalla qualità della carta stessa, che è eccelsa.

Amerete sicuramente tutte le storie e le leggende contenute in questo prezioso libro e lo farete ancora di più se lo porterete appresso mentre camminate per questa meraviglia di città che è Venezia, dove ogni angolo racchiude gemme preziose sena tempo.


Voto: 5/5

    domenica 6 maggio 2018

    Storia del palio per immagini. Ediz. a colori - Alberto Fiorini


    40034013

     

    I Contenuti

    «Quando fin dal tardo Medioevo e nel primo Rinascimento le Contrade si dettero un nome ed un'insegna zoomorfa, gli animali non furono scelti a caso, bensì perché al popolo significavano qualcosa. Anche la maggioranza delle cosiddette 6 Contrade "morte" - quelle estintesi già nel XVI secolo - aveva nomi ed emblemi di animali: Gallo, Leone, Orso, Vipera. Le altre due, Quercia e Spadaforte, non furono mai vere Contrade. Come mai le Contrade predilessero animali per denominarsi e distinguersi? I veri motivi delle scelte rimangono ancor oggi in gran parte un mistero e in assenza di documentazione coeva si possono soltanto avanzare ipotesi. L'adozione di un animale per nome e per simbolo, ben diversi entrambi da quelli delle Compagnie Militari dal cui seno le Contrade si erano originate, forse avvenne come segno di distinzione dalle aggregazioni di tipo militare del rione, che avevano nomi desunti da chiese, porte, famiglie, ecc.; oppure per una ragione di visibilità in giuochi dove gli animali erano protagonisti, come nelle Cacce dei Tori, giuochi nati nella seconda metà del '400 che cessarono verso la fine del '500...»


    La Recensione

    Quando visito una città, soprattutto se di interesse storico e artistico come Siena, la prima tappa obbligata è la prima libreria che riesco a trovare (meglio se piccola e nascosta) a spulciare gli scaffali con le opere locali, snobbando a piè uniti le guide turistiche più rinomate e andando alla ricerche delle chicche nascoste meno commerciali, ma più intriganti.

    Storia del palio per immagini è uno di quei tesori che qualsiasi buon pirata alla ricerca di scrigni preziosi non si farebbe mai sfuggire: il libro è una guida a tutti i segreti del palio di Siena, manifestazione storica antichissima, dove ogni contrada viene raccontata attraverso storie, leggende e fatti storici, un modo di viaggiare non solo nello spazio, ma anche nel tempo. 

    Il Palio di Siena è unico al mondo, una bolla di storia fuori dal tempo, che si respira in curva della piazza di San Martino; camminare dove si svolge il palio è il continuo respirare nella storia medievale e rinascimentale, tutta l'atmosfera è magica e anche se si è circondati da altre migliaia di turisti sembra sempre che da un momento all'altro possa spuntare un cavallo a briglia sciolta che vola verso la vittoria.

    Questo libro è secondo me una guida fantastica per scoprire la storia di questa corsa di cavalli, che è anche una rievocazione storica impareggiabile: misteri, curiosità e straordinarie vicende tra storia e mito che hanno fatto di Siena la meta di milioni di persone da tutto il mondo.

    Amerete sicuramente tutte le storie e le leggende contenute in questo prezioso libro ricco di immagini.


    Voto: 5/5

      giovedì 21 dicembre 2017

      Sani Gesualdi superstar - Nino Frassica


      36698273

      I Contenuti

      Era il 1985 quando Nino Frassica pubblicò «Il libro di Sani Gesualdi»... Nino Frassica riporta alla luce il suo gioiello aggiornandolo con parti nuove e inedite. Perché «non è bello ciò che è bello, ma che bello! che bello! che bello!».


      La Recensione

      Ero troppo piccolo per vedere "Quelli della notte" e dunque Nino Frassica l'ho conosciuto come ospite fisso nelle trasmissioni di Fazio, quando mi capita di vederlo. Le serie tv dove è stato protagonista non le ho mai viste e così neppure i suoi spettacoli teatrali.

      Quei cinque minuti da Fazio mi fanno sempre ridere/sorridere e così ho deciso di cominciare la lettura di questo libro... purtroppo la scelta è stata infelice. Per quanto mi riguarda trovo geniali e fulminanti le trovate dell'autore che buca lo schermo televisivo durante la diretta del programma, ma tutte quelle pagine piene di faccezie (per lo più ripetute nei modi se non nei contenuti) mi avevano già annoiato, anzi reso i nervi scoperti a pagina dieci, arrivare alla fine è stato un puro sforzo di volontà.

      Credo che continuerò a gustarmi Frassica in tv e non comprerò mia più un suo libro.


      Voto: 1/5

        mercoledì 13 dicembre 2017

        A spasso con Bob - James Bowen


        19351277

         

        I Contenuti

        Quando James Bowen trova davanti alla porta del suo alloggio popolare un gatto rosso, ranicchiato in un angolo, impaurito e malato, non immagina quanto la sua vita stia per cambiare. James, ventisette anni, un passato di alcol e droga, non ha un lavoro né una famiglia su cui contare. Vive alla giornata per le strade di Londra, e raccoglie qualche spicciolo suonando la chitarra davanti a Covent Garden e nelle stazioni della metropolitana. L'ultima cosa di cui ha bisogno è un animale domestico. Eppure non resiste a quella palla di pelo, che subito battezza Bob. Pian piano James riesce a farlo guarire, e a quel punto lascia il gatto libero di andare per la sua strada, convinto di non rivederlo più. Ma Bob è di tutt'altro avviso: per nulla al mondo intende separarsi dal suo nuovo amico e lo segue ovunque. Instancabile. Finché a James non rimane che arrendersi. è l'inizio di una meravigliosa amicizia e di una serie di singolari, divertenti e a volte pericolose avventure che trasformeranno la vita di entrambi, rimarginando lentamente le ferite del passato, anche quelle più profonde. "A spasso con Bob" è una storia tenera e commovente che parla di amicizia, felicità e amore. Un messaggio di speranza che toccherà il cuore di tutti i lettori.

        La Recensione

        A spasso con Bob, in originale "A Street Cat Named Bob" è un romanzo autobiografico di James Bowen. Il libro ha avuto un seguito, Il mondo secondo Bob e dal romanzo è stato tratto il film omonimo "A spasso con Bob" del 2016.

        La trama del romanzo: James Bowen è un giovane australiano con problemi di tossicodipendenza. Un giorno davanti all'entrata della propria casa incontra un gatto randagio e il ragazzo deciderà di adottare il felino dandogli il nome di Bob da "Killer BOB" un personaggio de "I segreti di Twin Peaks". I due incominceranno a convivere aiutandosi l'un l'altro, passando da tanti problemi e guai, momenti tristi e momenti felici, ma sempre insieme.

        La storia è bellissima, sembra un favola dei tempi moderni e alla fine lo è davvero. Chiunque vive cona un gatto, sa quanto questi animali possano sorprendere, possono amare ed essere amati, a differenza di quello che spesso si sente in giro, che li dipinge come esseri approfittatori e nulla più.

        La storia commuove in più punti ed è bello sapere che ci sono ancora uomini e animali che si trovano, forse non del tutto casualmente ma sospinti da un'ineluttabile destino e si curano a vicenda, si prendono cura l'uno dell'altro e si ameranno per tutta la vita. Mi è piaciuta davvero tanto questa dolce storia e mi sono ritrovato a cercare su youtube i video che sono stati girati realmente dai passanti ai due protagonisti: il cantante James e il gatto Bob, davvero una palla di pelo rossa bellissima.

        Tenero e una lettura perfetta ad introdurre queste giornate che ci portano verso il Natale. Ora mi gusterò il film.


        Voto: 4/5

          martedì 5 dicembre 2017

          Mendel dei libri - Stefan Zweig


          9706026

           

          I Contenuti

          La storia di un uomo che forse non ha letto tutti i libri, ma che tutti li conosce. Il sovrano di un mondo parallelo – un mondo di carta.


          La Recensione

          Mendel dei libri, in originale "Buchmendel" è un racconto dello scrittore austriaco Stefan Zweig pubblicato nel 1929, l'autore, che fino ad allora si era professato laico, avvertiva crescenti e importanti segni di antisemitismo nella società austriaca. Importante, nel racconto, sono i tema della memoria e del degrado della civiltà mitteleuropea dopo la prima guerra mondiale.

          Questo è un autore che ogni tanto incontro sulla mia strada da lettore, ho amato tantissimo "Lettera di una sconosciuta", mi piace enormemente la sua scrittura, gentile e leggera come una carezza, abbondante di aggettivi, che abbracciano stati d'animo e riflessioni; Zweig è uno scrittore che si legge tutto d'un fiato, e poi ci si pensa a lungo... sedimenta piano e attecchisce all'interno.

          Il racconto si svolge a Vienna, nella seconda metà degli anni venti. L'io narrante si rifugia in un caffè per ripararsi da un acquazzone; nonostante l'arredamento rinnovato del locale riconosce il «Caffè Gluck», e gli torna alla mente Jakob Mendel, un povero venditore di libri usati che soggiornava in quel caffè e possedeva delle straordinarie facoltà memoriche. Il narratore non trova traccia di Mendel nel «Caffè Gluck», finchè la signora Sporschil, la custode della toilette, gli racconterà la storia di Mendel. 

          Un amore per la conoscenza, un racconto sull’estasi della lettura, quel processo che porta al piacere assoluto dell'estraniazione, a prescindere dal contenuto dell'oggetto d'interesse. Il racconto contiene un profondo messaggio d’amore per le lettere, confuso nella tristezza che si porta dietro come il destino che viene riservato a quest'uomo, che poi è forse molto simile a quello riservato a molti altri, in momenti e circostanze diverse. 

          Ci si ritroverà nell'impossibilità di non provare affetto per Mendel, nel non commuoversi di fronte al suo triste destino e non provare rabbia verso chi ha distrutto quel suo piccolo piccolo, grande vivere.

          Un bellissimo gioiello che non si guarda ma si legge in un soffio e non si dimentica più. 


          Voto: 5/5