martedì 15 gennaio 2008

Harry Potter e i doni della morte - J.K. Rowling (Harry Potter #7)


 

I Contenuti

"Mi apro alla chiusura": è uno dei tanti enigmi lasciati da Silente con cui Harry Potter deve confrontarsi in questa ultima avventura. E anche la saga stessa, giunta alla sua conclusione, si apre a sorpresa su nuovi mondi, nel passato e nel futuro: getta la luce della meraviglia su dettagli, personaggi ed eventi che sembravano già noti, rivelandone segreti e significati profondi. Insieme a Harry, nella sua disperata ricerca della verità, un caleidoscopio di avventure apparentemente già vissute, piccoli fatti e grandi eventi, seguendo il filo della consapevolezza che si dipana e si acuisce in un crescendo di emozioni, colpi di scena, perdite e conquiste. La conclusione, potente e delicata, sembra indurre a rileggere tutto dall'inizio, per arrivare a chiudere il cerchio. Mai gli interrogativi sono stati così tanti; mai come in questo ultimo episodio si ha la piena soddisfazione di una risposta che vada oltre l'apparenza.

 

La Recensione

Sapevo nel mio intimo che sarebbe finita così, una vocina più volte a cercato d'instillare in me l'idea sarebbe finita male... ma in fondo ho sempre saputo che ci sarebbe stato un lieto fine dopo sette anni. Non potrebbe essere stato altrimenti, una fiaba per bambini (così com'è nata, molti se lo dimenticano) deve per forza avere un lieto fine.

Perchè che questa era una fiaba, con un sottinteso intento formativo o di crescita morale, mi sembra ovvio. Nata con la tenerezza e l'ingenuità e la magia del primo libro e poi è cresciuta quasi estraniandosi dalla sua stessa immagine d'innocenza, per poi tornare preponderante alla fine a prendere un contorno da storia fiabesca.

I valori formativi ci sono stati tutti: il coraggio, l'amore, il senso di amicizia e di lealtà vincono sul male.

Sarebbe effettivamente bello che anche nella realtà tutto funzionasse così, a volte accade, la maggior parte no. E dunque è utile e bello che libri come questo ci consenta, ci ricordi, come il male alla fine verrà sempre sconfitto dal bene, Harry Potter è servito anche per questo scopo.

E dunque evviva Harry Potter! Evviva le fiabe a lieto fine.


Voto: 4/5
 

    Nessun commento:

    Posta un commento