lunedì 7 luglio 2008

Sunset limited - Cormac McCarthy


 

I Contenuti

Quella mattina Bianco ha tentato di uccidersi, Nero l'ha salvato prima che si gettasse sotto la metro. Ora i due uomini sono in un piccolo appartamento di New York, seduti intorno al tavolo di una modesta cucina. Sul tavolo una Bibbia. Attraverso il loro dialogo, lentamente emergono le loro convinzioni e il loro passato, da prospettive, lingue e colori antitetici, fra picchi di comicità e abissi di disperazione. Non ci sono approdi, prese di posizione, risposte. C'è solo una domanda: che cosa ti divide dal tuo "sunset limited"?


La Recensione

Questo libricino è davvero un colpo duro. Stringato, essenziale, spartano negli ambienti, spartano nei personaggi, niente fronzoli, niente compromessi, come McCarthy ci ha abituato.

Una sola convinzione: "o hai una ragione per vivere, «zuccherino», o il Sunset Limited è la fuori che ti aspetta". Passa tutti i giorni e sfreccia a centotrenta all’ora. Un uomo, Nero, pregno della fede di Dio, «sa che c’è Gesù in questa stanza» perchè si è ritrovato con il corpo cucito a metà e Dio l'ha salvato; un altro uomo, Bianco, sa che «Sopra ogni gioia pende l’ombra dell’ascia» e «Non vedo l’ora di strofinare il naso contro la sua guancia ossuta», perché «tutta questa storia di Dio è una gran cazzata» e il mondo è solo «un lazzaretto dello spirito».

Un dialogo drammatico tra queste due persone, un uomo che tenta di salvare l'altro. Geniale e profondo per 108 pagine che ti fanno riflettere, davvero.

Per pensare al significato della vita. Consigliato.


Voto: 4/5

    Nessun commento:

    Posta un commento