lunedì 8 dicembre 2008

Il ritorno delle furie - Richard K. Morgan (Takeshi Kovacs #3)


 

I Contenuti

Da tempo immemorabile, Harlan's World - un pianeta ricoperto dagli oceani e con soltanto II cinque per cento di terra abitabile - è dominato da un'unica famiglia: gli Harlan, appunto. È questo il luogo in cui è nato Takeshi Kovacs e in cui l'ex mercenario è tornato. Ma New Hakkaido, la fredda, insensibile e labirintica capitale, è un posto molto pericoloso, soprattutto per Takeshi, che prima di diventare un soldato era un elemento di spicco nelle gang locali. Così, in un ambiente in cui si aggirano criminali e cacciatori di teste, predicatori religiosi e politici senza scrupoli, Takeshi affonderà in un vortice di intrighi e violenza, e dovrà confrontarsi con un nemico inaspettato: in una società che ha sconfitto la morte - la coscienza può essere digitalizzata e trasferita in un altro corpo -, Takeshi dovrà affrontare una versione di se stesso molto più giovane, forte e determinata. Una cosa soltanto è sicura: uno dei due Takeshi Kovacs deve morire...


La Recensione

I primi due libri con il protagonista "Tak" Kovacs li ho divorati, ed ho aspettato la traduzione di quest'ultimo con ansia crescente.

Smania che è andata purtroppo scemando durante la lettura. Ho trovato questo libro troppo infarcito di analisi politiche sul contesto del mondo della storia (contrapposizione tra le Grandi Famiglie e il Quellismo) a discapito della "detective-story" del primo libro e dell'"action-story" del secondo.

Insomma secondo me si è rilegato un po' troppo il personaggio in un contesto sociologico che sarebbe stato meglio affrontare in maniera più bassa per lasciare più spazio all'azione. In fondo stiamo leggendo un libro di fantascienza, non di sociologia e l'autore nei due precedenti infatti era riuscito a creare quel mix detto in precedenza che era perfetto.

Questo è l'unico appunto che mi sento di fare a questa storia, in quanto comunque l'ambientazione è fantastica come sempre, come anche tutti gli altri personaggi del libro.

Insomma non mi sento di andare oltre le tre stelline, in attesa (credo lunga in quanto l'autore si è dato al fantasy) di un quarto episodio.

Per gli amanti della fantascienza.


Voto: 3/5
 

    Nessun commento:

    Posta un commento