sabato 14 marzo 2009

Assassinio sull'Orient-Express - Agatha Christie (Hercule Poirot #10)


 

I Contenuti

"In altri termini, come osservava il mio amico Bouc, più si approfondiva il caso, più si aveva l'impressione che fosse fantastico e assurdo".


La Recensione

Mentre procedevo nella lettura mi sono presto accorto che questo libro lo avevo già letto... e come potrebbe essere altrimenti? Probabilmente uno dei libri più letti in assoluto.

Letto molto tempo fa e probabilmente mai dimenticato del tutto. Ciò nonostante non ho potuto fare a meno di proseguire nella lettura, perchè quando un libro è così bello lo si rilegge volentieri anche se ti sei ricordato come andrà a finire (cosa terribile per un giallo).

Forse povero di descrizioni che sono minimaliste, ma giustamente è un giallo e punta sugli enigmi, e i dialoghi sono a volte un po' pesanti, lo metterei subito sotto a Dieci piccoli indiani che rimane il mio preferito. Il punto di forza del libro è decisamente il finale, che è davvero a sorpresa.

E' meraviglioso riscoprire così Poirot e il suo metodo investigativo, rispolverare il fascino dell'Orient-Express (recentemente rimesso a nuovo e in servizio) e di un'epoca che non c'è più e che mi ha fatto un po' sorridere in alcuni passaggi, così lontana ormai dalla nostra realtà. Insomma una storia che si ha sempre il piacere di leggere e riscoprire.

Consigliatissimo.


Voto: 4/5

    Nessun commento:

    Posta un commento