venerdì 17 luglio 2009

Fragment - Warren Fahy


 

I Contenuti

Uno sperduto, minuscolo lembo di terra, frammento transfuga di un antichissimo super-continente, ha visto passare le ere geologiche nel cuore del Pacifico mentre le placche tettoniche lo trituravano inesorabili fino a ridurlo alle dimensioni di un atollo. Qui, nel totale isolamento da ogni altro ecosistema, animali e vegetali hanno compiuto per cinquecento milioni di anni un cammino evolutivo diverso rispetto al resto del pianeta. Qui la vita è ciò che avrebbe potuto essere e non è stata. Qui la feroce, incessante lotta per la sopravvivenza ha selezionato specie pressoché immortali che, se dovessero migrare in un altro ecosistema, innescherebbero la distruzione di ogni altra forma di vita terrestre. Fortunatamente l'isola di Henders è persa in mezzo all'oceano, circondata in ogni direzione da duemila chilometri di deserto acquatico, lontano da tutte le rotte. Dopo che nel 1791 il suo casuale scopritore, il capitano di vascello della Marina britannica Ambrose Spencer Henders, toccò con mano di cosa erano capaci gli esemplari autoctoni, decise saggiamente di tenerla nascosta all'umanità come un insignificante scoglio non meritevole di una deviazione. Ma che cosa succede se la drammatica "riscoperta" di questa bomba biologica a orologeria avviene durante la puntata da record d'ascolti di un reality show oceanografico? In diretta, davanti agli occhi di mezzo mondo?


La Recensione

Solitamente mi sforzo di essere sempre accurato nelle mie recensioni ai libri che leggo, mi piace essere d'aiuto a chi vuole farsi un'idea del libro.

Questa volta però lo SFORZO di arrivare alla fine di questo guazzabuglio orrendo, pieno delle più pessime trovate da B-Movie di pseudo-fantascienza (senza offendere la pseudo-fantascienza), mi è costato troppo e proprio non ce la faccio a scrivere alcunché, mi dispiace.

Credo di aver mollato il colpo con l'entrata in gioco dell'essere cuccioloso dai colori sgargianti. Posso cercare però di ipotizzare tre casistiche per chi ha dato tre/quattro stelle a questo libro:

1. E' il primo libro che abbia mai letto e il fatto di vedersi materializzare delle parole su un foglio di carta ha inebriato così tanto i suoi sensi da votare così.
2. Non ha mai letto un libro di avventure. Qualsiasi libro di avventure, ci metto dentro anche gli Harmony a sfondo storico/avventuroso.
3. E' l'autore stesso (creando falsi account virtuali), o suoi amici o parenti, che hanno votato.

Non fatevi del male, risparmiate i vostri soldi.


Voto:  1/5

    Nessun commento:

    Posta un commento