mercoledì 30 dicembre 2009

L'eleganza del riccio - Muriel Barbery


 

I Contenuti

L'eleganza del riccio, una raffinata commedia francese, è stato il caso letterario del 2007 in Francia: ha venduto centinaia di migliaia di copie grazie a un impressionante passaparola e ha vinto il Premio dei Librai assegnato dalle librerie.
Siamo a Parigi in un elegante palazzo abitato da famiglie dell'alta borghesia. Dalla sua guardiola assiste allo scorrere di questa vita di lussuosa vacuità la portinaia Renée, che appare in tutto e per tutto conforme all'idea stessa della portinaia: grassa, sciatta, scorbutica e teledipendente. Invece, all'insaputa di tutti, Renée è una coltissima autodidatta, che adora l'arte, la filosofia, la musica, la cultura giapponese.
Poi c'è Paloma, la figlia di un ministro ottuso; dodicenne geniale, brillante e fin troppo lucida che, stanca di vivere, ha deciso di farla finita (il 16 giugno, giorno del su tredicesimo compleanno, per l'esattezza). Fino ad allora continuerà a fingere di essere una ragazzina mediocre e imbevuta di sottocultura adolescenziale come tutte le altre.
Due personaggi in incognito, quindi, diversi eppure accomunati dallo sguardo ironicamente disincantato, che ignari l'uno dell'impostura dell'altro, si incontreranno solo grazie all'arrivo di monsieur Ozu, un ricco giapponese, il solo che saprà smascherare Renée e il suo antico, doloroso segreto.

 

La Recensione

Portinaia, o portinaia, perchè tu non hai fatto la lavandaia?
Io i portinai li ho sempre amati, adesso mi ritrovo ad averli odiati.

Bambina ricca e adolescente credi forse che io son demente?
Le tue domande tutti ce le siamo poste ma a nessun le abbiamo imposte.

E tu amico riccio, sull'asfalto bagnaticcio, giaci tutto spiaccicato, è il mio volante che non ha girato?


Read from December 20 to 30, 2009

Voto: didn't like it (my current rating) it was ok liked it really liked it it was amazing

Dettagli del libro
  • Titolo: L'eleganza del riccio
  • Titolo originale: L'élégance du hérisson
  • Autore: Muriel Barbery
  • Traduttore: Emanuelle Caillat, Cinzia Poli
  • Editore:  E/O
  • Data di Pubblicazione: 2008
  • Collana: -
  • Formato: Brossura
  • ISBN: 8876417966
  • ISBN-13: 9788876417962
  • Pagine: 326
  • Prezzo: 18 Euro
  • Link Goodreads: L'eleganza del riccio
 

    domenica 27 dicembre 2009

    Il paradiso degli orchi - Daniel Pennac (Malaussène #1)


     

    I Contenuti

    Un eroe, Malaussène, che come lavoro fa il "capro espiatorio". Una famiglia disneyana, senza mamme e babbi, con fratellini geniali, sorelle sensitive, una "zia" maschio protettrice di vecchietti, ladri e travestiti brasiliani, una "zia" femmina super-sexy, ritratto irresistibile del giornalismo alla Actuel, una misteriosa guardia notturna serba e un cane epilettico. Questa esilarante banda di personaggi indaga su una serie di oscuri attentati, sull'orrore nascosto nel Tempio del benessere, un Grande Magazzino dove scoppiano bombe tra i giocattoli e un Babbo Natale assassino aspetta la prossima vittima.
    Un'altalena tra divertimento e suspence, tra una Parigi da Misteri di Sue e una Parigi post-moderna dove proliferano i piccoli e grandi "orchi" che qualcuno crede estinti.
    Degli orchi si può ridere o si può tremare. Uno scrittore d'invenzione, un talento fuori delle scuole come Pennac, non ha certo paura di affrontarli con l'arma che lui stesso così definisce nel libro: "l'umorismo, irriducibile espressione dell'etica".

     

    La Recensione

    Non ho mai avuto feeling con gli autori francesi. Sicuramente è una mia mancanza, un mio limite, un muro che non riesco a superare. Confesso che ho capito poco di questo libro e ammetto senza vergogna che non mi sono sforzato più che tanto, in quanto questo scritto mi ha annoiato dalla prima pagina all'ultima. Non ne ho capito il senso, non ho capito questo sforzo di "bel stile" applicato ad una storia... poliziesca... thriller... gialla? Mah. Personalmente non ho capito molto di questi personaggi fuori dalle righe "per forza" dal primo all'ultimo; se nel libro, per esempio, "Cent'anni di solitudine" ho amato tali iperbole di stranezze, qui mi hanno reso antipatica la lettura, che a sprazzi molto radi, mi ha fatto, lo ammetto, sorridere. Ma era come il sole d'inverno, esce poco e scalda ancora meno. Ma infine non ho certo rimpianto la chiusura della quarta di copertina. A me sembra che il sole continui a sorgere e a tramontare intorno alla Francia solo nella mente degli scrittori francesi, insomma i tempi di Luigi XIV sono finiti da un pezzo. O forse sono io a partire prevenuto, ciò non toglie che a volte insisto e infatti ho aperto da poco "L'eleganza del riccio" e mi sto odiando perchè mi si stanno rivoltando i neuoroni adibiti alla lettura, ancora una volta. Ma prima o poi... non si sa mai... Scusate se in questa recensione non ho praticamente analizzato personaggi, storia, ambientazione ed ho espresso esclusivamente i miei pensieri, ma proprio non ce l'ho fatta ad analizzare un libro che mi ha annoiato in maniera così totale.

    Read from December 17 to 27, 2009

    Voto:  didn't like it it was ok (my current rating) liked it really liked it it was amazing

    Dettagli del libro
    • Titolo: Il paradiso degli orchi
    • Titolo originale: Au Bonheur Des Ogres
    • Autore: Daniel Pennac
    • Traduttore: Yasmina Melaouah
    • Editore:  Feltrinelli
    • Data di Pubblicazione: 1992
    • Collana: Universale Economica 1210
    • Formato: Paperback
    • ISBN: 880781210X
    • ISBN-13: 9788807812101
    • Pagine: 202
    • Prezzo: 13 Euro
    • Link Goodreads: Il paradiso degli orchi
     

      domenica 20 dicembre 2009

      Seta - Alessandro Baricco


       

      I Contenuti

      La Francia, i viaggi per mare, il profumo dei gelsi a Lavilledieu, i treni a vapore, la voce di Hélène. Hervé Joncour continuò a raccontare la sua vita, come mai, nella sua vita, aveva fatto. "Questo non è un romanzo. E neppure un racconto. Questa è una storia. Inizia con un uomo che attraversa il mondo, e finisce con un lago che se ne sta lì, in una giornata di vento. L'uomo si chiama Hervé Joncour. Il lago non si sa."

       

      La Recensione

      Dopo aver finito giusto ieri "Oceano Mare", questa mattina mi sono messo tra le mani "Seta" con l'intento di finirlo prima di pranzo. Impresa riuscita, che poi tanto impresa non è stata visto che questo libricino ti scivola fra le mani come la miglior seta. Senza peso, leggero, come le onde di un lago placido che arrivano a riva, come la vita del protagonista. Bellissima novella anche questa, ma a mio modesto parere una spanna sotto ad "Oceano Mare", con buona pace da chi arrivando dal libro che sto recensendo ed accostandosi ad Oceano Mare pensa esattamene il contrario, ho visto che sono in molti a preferire questo ad O.M. Forse sarà l'ambientazione o i mitici personaggi della locanda Almayer, o le storie dentro le storie, che mi hanno affascinato di più di questo secondo libro di Baricco che leggo. Sinceramente se al primo darei sicuramente un dieci, a questo non potrei dare più che un otto. Di certo non per lo stile che è squisito o i personaggi disegnati a tratti distinti e commoventi, non saprei bene spiegare le differenze, forse il primo è dotato di un fascino più profondo, di segreti che si illuminano sulla scena pian piano. Ma certo anche questo libro è sicuramente da possedere tra gli scaffali del buon lettore, che troverà in questa vicenda un amore profondo e senza confini, con un finale che possiamo considerare in qualche modo "a sorpresa" come un buon giallo, anche se di certo qui parliamo di tutt'altro. Consigliatissimo anche visto l'esiguità della lettura, ma decisamente da anteporre ad Oceano Mare per chi scopre Baricco come me solo ora, giusto per il fatto che possiamo paragonarlo ad un ottimo antipasto prima del succulento primo.

      Read from December 10 to 20, 2009

      Voto:  didn't like it it was ok liked it really liked it (my current rating) it was amazing
       
      Dettagli del libro
      • Titolo: Seta
      • Titolo originale: -
      • Autore: Alessandro Baricco
      • Traduttore: -
      • Editore:  Feltrinelli
      • Data di Pubblicazione: 2008
      • Collana: Universale Economica
      • Formato: Brossura
      • ISBN: 8807720566
      • ISBN-13: 9788807720567
      • Pagine: 108
      • Prezzo: 6 Euro
      • Link Goodreads: Seta
       

        sabato 19 dicembre 2009

        Oceano mare - Alessandro Baricco


         

        I Contenuti

        Oceano mare racconta del naufragio di una fregata della marina francese, molto tempo fa, in un oceano. Gli uomini a bordo cercheranno di salvarsi su una zattera. Sul mare si incontreranno le vicende di strani personaggi. Come il professore Bartleboom che cerca di stabilire dove finisce il mare, o il pittore Plasson che dipinge solo con acqua marina, e tanti altri individui in cerca di sé, sospesi sul bordo dell'oceano, col destino segnato dal mare. E sul mare si affaccia anche la locanda AI mayer, dove le tante storie confluiscono. Usando il mare come metafora esistenziale, Baricco narra dei suoi surreali personaggi, spaziando in vari registri stilistici, con una scrittura suggestiva, immaginifica e musicale.

         

        La Recensione

        Un libro che come un'onda d'improvviso viene a bagnarti i piedi mentre sei lì a fissare il mare. Ma questo è un mare infinito e tu sei su una spiaggia aspra con un vento che sempre soffia da Nord. Tutti mi dicono che Baricco o lo si odia o lo si ama, forse probabilmente il fatto sta che non tutti possiedono un particolare animo per capirlo, o forse per chi lo critica aspramente, non era quello il momento per leggerlo o forse certe letture non sono per tutti. Perchè questa storia non può non piacere, non può non far sognare, non può non incantarti e trasportarti alla locanda Almayer, dove i confini sono labili, ma le storie e sopratutto i personaggi che ci abitano sono così intensi da prenderti come solo il mare in burrasca sa prenderti. Ci sono fra tutti due personaggi che solo per leggere del loro, bisognerebbe leggere questa storia: il pittore Plasson che cerca di dipingere il mare con l'acqua stessa del mare, ma soprattutto Bartleboom, uno scienziato che cerca di capire dove il mare effettivamente finisce. Ma anche le altre figure sono meravigliose e le fiabe che raccontano in questo libricino che sembra sì sottile, ma che in verità riempie con la sua forza narrativa un intero mondo così bellamente affrescato da lasciare stupiti ad ogni giro di pagina. Mi avevavno anche detto che Baricco sembra scrivere più per fare una esercizio di stile che per altro, ma io in verità non ho potuto che apprezzare questo suo esercizio, perchè mi ha fatto sforzare di dipingere come Plasson stesso, tutte queste descrizioni nella mia mente. Tutto coninvolge: le parole, le punteggiature, gli accostamenti delle frasi producono vera musica per gli occhi. Questa è poesia, emozione pura. Oceano Mare è affascinante e travolgente. Spesso mi è capitato di interrompere la lettura cercando di farmi entrare per bene le parole nell'anima, cercando di metabolizzare, lasciarle cadere a fondo, sedimentare. Accostatevi a questo puro piacere per la mente con una sensibilità particolare e vedrete che non potrete non apprezzarlo. "La prima cosa è il mio nome, la seconda quegli occhi, la terza un pensiero, la quarta la notte che viene, la quinta quei corpi straziati, la sesta la fame, la settima l' orrore, l' ottava i fantasmi della follia, la nona è la carne e la decima è un uomo che mi guarda e non mi uccide. L' ultima è una vela. Bianca. All' orizzonte."

        Read from December 14 to 19, 2009

        Voto:  didn't like it it was ok liked it really liked it it was amazing (my current rating)

        Dettagli del libro
        • Titolo: Oceano mare
        • Titolo originale: -
        • Autore: Alessandro Baricco 
        • Traduttore: -
        • Editore: Feltrinelli
        • Data di Pubblicazione: 2007
        • Collana: -
        • Formato: Paperback
        • ISBN: 8807819686
        • ISBN-13: 9788807819681
        • Pagine: 212
        • Prezzo: 7,50 Euro
        • Link Goodreads: Oceano mare
         

          lunedì 14 dicembre 2009

          1984 - George Orwell


           

          I Contenuti

          L'azione si svolge in un futuro prossimo del mondo (l'anno 1984) in cui il potere si concentra in tre immensi superstati: Oceania, Eurasia ed Estasia. Al vertice del potere politico in Oceania c'è il Grande Fratello, onnisciente e infallibile, che nessuno ha visto di persona ma di cui ovunque sono visibili grandi manifesti. Il Ministero della Verità, nel quale lavora il personaggio principale, Smith, ha il compito di censurare libri e giornali non in linea con la politica ufficiale, di alterare la storia e di ridurre le possibilità espressive della lingua. Per quanto sia tenuto sotto controllo da telecamere, Smith comincia a condurre un'esistenza "sovversiva". Scritto nel 1949, il libro è considerato una delle più lucide rappresentazioni del totalitarismo.

           

          La Recensione

          Quando si cerca di fare una recensione ad un classico come 1984 di Orwell non è che si può inventarsi di certo qualcosa di nuovo o di illuminante che già non sia stato detto in precedenza. Per conto mio posso solo affermare che sono stato contento di aver colmato questa grave lacuna grazie al suggerimento di una persona che mi ha spronato nella lettura.

          Il libro è davvero bello e visto che molti prima di me hanno già analizzato e recensito tale scritto sotto gli aspetti sociali/politici/psicologici, mi limiterò a dare un giudizio sulla storia pura e semplice che ho trovato più di tutt'altro avvincente e affascinante.

          Mi è piaciuto più di qualsiasi altra cosa e si fa davvero fatica a trovare qualcosa che non convince in 1984, l'epilogo, che ho trovato superbo. Una degna nota finale per un libro che non può certo mancare nel bagaglio di un bravo lettore.

          I personaggi sono eccelsi, non ne trovo uno che non sia all'altezza della storia, anche l'ambientazione dell'intera vicenda è costruita nei minimi dettagli e rende perfettamente l'idea di quel totalitarismo crudele e perverso presente nella storia.

          Davvero un classico da non perdere, anche se non si vuole ma non ne si potrà fare a meno, andare ad analizzarne in toto i risvolti sociali e politici di un tale scritto.

          Read from December 01 to 14, 2009

          Voto: didn't like it it was ok liked it really liked it (my current rating) it was amazing    

          Dettagli del libro
          • Titolo: 1984
          • Titolo originale: Nineteen-eighty-four 1984
          • Autore: George Orwell
          • Traduttore: Stefano Manferlotti
          • Editore:  Mondadori
          • Data di Pubblicazione: 1989
          • Collana: Oscar classici moderni 19
          • Formato:paperback
          • ISBN: 8804507454
          • ISBN-13: 9788804507451
          • Pagine: 322
          • Prezzo: 9,50 Euro
          • Link Goodreads: 1984
           

            lunedì 7 dicembre 2009

            Vendetta a freddo - Lee Child (Jack Reacher #11)


             

            I Contenuti

            Obiettivo: contattare urgentemente Jack Reacher. Problema: Reacher non ha fissa dimora. Molto controvoglia, dopo l'11 settembre è stato costretto ad ancorarsi alla civiltà per lo meno con un documento d'identità e un conto in banca, ma lui continua la sua esistenza nomade in difesa della verità e della giustizia. Soluzione: un versamento di 1030 dollari sul suo conto corrente. Una cifra che è anche un codice che solo Reacher può decifrare. È così che Frances Neagley, ex collega di Jack nella squadra speciale, lo contatta dopo anni di silenzio, e c'è una buona ragione per compiere questo tuffo nel passato: la giustizia. E soprattutto la vendetta: spietata e senza esclusione di colpi. Frances vuole riunire la squadra di un tempo perché qualcuno ha ucciso barbaramente uno di loro, Calvin Franz. Ed è così che la vecchia squadra si ritrova, solo per scoprire che Franz non è l'unico che manca all'appello. Chi sta uccidendo i vecchi compagni di Reacher, e perché? Per Jack, Frances e altri due ex commilitoni l'indagine si rivelerà davvero complessa, anche perché c'è qualcuno molto vicino a loro pronto a tradire... Ma la squadra aveva un motto: "Guai a pestare i piedi agli investigatori speciali". E guai, soprattutto, a pestare i piedi a Jack Reacher...

             

            La Recensione

            Sembrava che gli ultimi due libri fossero tornati in carreggiata. Reacher era tornato ad essere il meglio di sempre, le storie erano tornate a essere non proprio quelle dei primi libri (veloci come una testata che ti colpiva sul naso) ma dignitose e adesso un altro colpo ad un fan accanito del "vagabondo duro" per eccellenza. Una trama che definire noiosa è fare un complimento, il solitario per eccellenza che torna a fare gruppo con la sua vecchia squadra (di cui noi per fortuna fino ad ora non abbiamo letto nulla) è un colpo troppo duro per qualsiasi estimatore di Jack Reacher, è come mettere troppi attori sullo stesso palco che si rubano i riflettori a vicenda; solo che qui ne fanno le spese tutti, ma soprattutto noi alle prese con queste pagine davvero difficile da digerire. 

            In quanto i comprimari sono troppo stereotipati e risultano scadenti come spalle, scontata all'inverosimile la notte passata insieme con una donna del gruppo e messa lì solo per fare cornice o per dovere da Jack Reacher. 

            Il libro non decolla praticamente mai e il protagonista sembra essere la macchia sbiadita di se stesso, sembra che l'autore ormai debba scrivere con una certa scadenza e non riesce a produrre storie lontanamente appassionanti come le prime, ma neanche con il binocolo a infrarossi. 

            Noia, noia e noia.

            Read from December 01 to 07, 2009

            Voto:  didn't like it it was ok (my current rating) liked it really liked it it was amazing

            Dettagli del libro
            • Titolo: Vendetta a freddo
            • Titolo originale: Bad Luck And Trouble
            • Autore: Lee Child
            • Traduttore: Adria Tissoni
            • Editore:  Longanesi
            • Data di Pubblicazione: 2009
            • Collana: -
            • Formato: Brossura
            • ISBN: 8830426466
            • ISBN-13: 9788830426467
            • Pagine: 447
            • Prezzo: 18,60 Euro
            • Link Goodreads: Vendetta a freddo