domenica 31 gennaio 2010

Senza sangue - Alessandro Baricco


 

I Contenuti

Un imprecisato paese ispanico: un regolamento di conti. Muore un uomo con il figlio. La figlia nascosta in una botola si salva. Tempo dopo una vecchia signora parla con un uomo che vende biglietti della lotteria. Il passato ritorna, ma senza sangue.

La Recensione

Romanzo, che forse rientrerebbe più nel "racconto lungo", si legge in poco tempo e può essere un buon intermezzo ad altre letture o un buon accampagnatore del tempo speso per un intermezzo pomeridiano o una lunga attesa. Una prima parte che scorre veloce e riempie le pagine di azioni e fa da "apri pista" alla seconda, più lenta, più introspettiva e riflessiva. Breve, ma intenso, con un finale che possiamo considerare a sorpresa. Svivola agilmente e facilmente la lettura, come delle dita su un pianoforte, toccano leggere ma su tasti dalle note profonde, Baricco continua a piacermi e m'invita continuamente alla sua scoperta attraverso i suoi libri. Bello e profondo nella sua "piccolezza".


Voto: 4/5
 

    Nessun commento:

    Posta un commento