mercoledì 1 dicembre 2010

Io e te - Niccolò Ammaniti


 

I Contenuti

Barricato in cantina per trascorrere di nascosto da tutti la sua settimana bianca, Lorenzo, un quattordicenne introverso e un po' nevrotico, si prepara a vivere il suo sogno solipsistico di felicità: niente conflitti, niente fastidiosi compagni di scuola, niente commedie e finzioni. Il mondo con le sue regole incomprensibili fuori della porta e lui stravaccato su un divano, circondato di Coca-Cola, scatolette di tonno e romanzi horror. Sarà Olivia, che piomba all'improvviso nel bunker con la sua ruvida e cagionevole vitalità, a far varcare a Lorenzo la linea d'ombra, a fargli gettare la maschera di adolescente difficile e accettare il gioco caotico della vita là fuori. Con questo racconto di formazione Ammaniti aggiunge un nuovo, lancinante scorcio a quel paesaggio dell'adolescenza di cui è impareggiabile ritrattista. E ci dà con Olivia una figura femminile di fugace e struggente bellezza.


La Recensione

Libricino dal peso apparentemente leggero, poche pagine, caratteri grandi, grandi spazi, ma che ti fa affondare giù come un sasso in un lago dentro il buio e la luce di una cantina, sempre più in fondo, non solo mentre lo leggi ma anche dopo averlo letto, così come i cerchi di onde dopo che il sasso ha colpito l'acqua.
Descrizione di un'adolescenza romanzata, che risveglia in noi domande mai sopite. Una storia toccante sulle promesse non mantenute. A volte le storie sono corte, ma non per questo possono impedirci di far suonare corde così nel profondo di ognuno di noi.  
Olivia e Lorenzo personaggi di un'era senza spazio né tempo. Circondati d'amore. Succede così, all'improvviso, di smettere di avere paura.
Il finale è decisamente un vagone ad alta velocità che ti colpisce.


Voto: 4/5

    Nessun commento:

    Posta un commento