martedì 8 novembre 2011

Il cacciatore di draghi - J.R.R. Tolkien





I Contenuti

Il libro narra la vicenda di un contadino abitudinario e un po' fanfarone, costretto dalle circostanze a dar la caccia a un drago, su cui riesce ad aver la meglio, diventando ricco e rispettato tanto da essere eletto re. La fonte sarebbe un'antica cronaca in latino contenente il resoconto delle origini del Piccolo Regno, dove il racconto è ambientato. Ma si tratta soltanto di un espediente. Tolkien vi ricorre non già per dare credibilità storica al suo narrare, ma per creare un mondo metastorico, senza precise coordinate spazio-temporali, un'atmosfera da fiaba, un universo immaginario popolato di draghi e di giganti in cui però è possibile ritrovare qualcosa che si incontra nella realtà di tutti i giorni.

 

La Recensione

Racconto di poche pagine ma intriso della genialità di Tolkien, il maestro del fantasy.
Quello che più mi è piaciuto è il suo tocco di umorismo velato, come anche in "Lo Hobbit", sempre presente, mai di troppo.
Come trasfmormare anche una piccola storia fiabesca, in un piccolo tesoro da custodire in una grotta custodita da un drago feroce.
Consigliato agli appassionati Tolkeniani.


Voto: 4/5

Nessun commento:

Posta un commento