mercoledì 7 dicembre 2011

Ostaggi delle SS al lago di Braies - Hans-Günter Richardi





I Contenuti

La deportazione in Alto Adige di illustri prigionieri dei lager nazisti provenienti da 17 paesi europei.


La Recensione

Libricino scovato nei classici negozi straripanti di souvenir a lato dei posti meravigliosi delle Dolomiti.
Accanto a peluche improbabili di marmotte con cappelli che fischiano motivetti strazianti, ho scovato vicino alle venti versioni in tedesco, anche una in italiano, subito portato alla cassa anche con l'improbo prezzo.
Incredibile come camminando e ammirando tali scorci della natura, ci dimentichiamo che proprio in questi luoghi oggi mete di tanti turisti, sono stati teatri di battaglie, tragedie (durante la prima guerra mondiale) e adesso scopro anche di deportazione (durante la seconda guerra mondiale).
Ovviamente non stiamo parlando di lager, visto che questi detenuti erano tenuti nell'albergo sul Lago di Braies, ma parliamo di "detenzione illustre": un piano delle SS, avviato alla fine della guerra, per avere ostaggi da proporre come mezzo di scambio come salvacondotti per le loro malefatte. Piano fallito, visto l'imminente liberazione da parte degli americani.
Molto belle le testimonianze e le fotografie di questo libricino che aveva accompagnato la mostra avvenuta nella commemorazione di questi fatti nel 2006.


Voto: 3/5

Nessun commento:

Posta un commento