domenica 5 febbraio 2012

Tutti i figli di Dio danzano - Haruki Murakami


9696664

 

I Contenuti

Sei incontri che possono cambiare il corso di un'esistenza, o che promettono una via d'uscita dal dolore, la cura di una ferita, la decifrazione di un mistero, o addirittura la salvezza di una città intera. Un uomo abbandonato dalla moglie parte per l'isola di Hokkaido per consegnare un pacchetto alla sorella di un collega. Cosa contiene il pacchetto? Forse il vuoto che sente dentro, quella "bolla d'aria" per cui la moglie lo ha lasciato. In una località di mare una ragazza stringe amicizia con un pittore la cui unica vera passione è accendere falò sulla spiaggia. Qual è la forma del fuoco? Quale il modo di ottenere un fuoco veramente libero?


La Recensione

Di questo autore ho letto solo alcuni dei suoi romanzi sino ad ora, questa era la prima raccolta di racconti che leggevo, anche se so che ne ha scritte altre. Folgorato dai romanzi, rimango un po' deluso da questi racconti. 

La mia opinione è che Murakami, nonostante la sua incredibile originalità che esce prepotente anche in questi racconti, non renda allo stesso modo che come nel romanzo. I racconti mi sembrano troppo brevi per poter dare respiro al suo stile. 

Alcuni testi nel libro mi sono piaciuti più di altri, primo fra tutti l'ultimo "Torte al mele": tre amici, due giovani studenti e una ragazza, tutti innamorati, ma di chi veramente? Altri li ho graditi decisamente meno su tutti quello del lombrico gigante; filo conduttore fra tutti un terremoto che colpisce una regione del Giappone, tutte le storie in qualche modo richiamano tale evento o lo fa da sfondo. 

Lettura scorrevole e carina, ma decisamente ho preferito i suoi romanzi. Da rivalutare alla prossima raccolta di racconti.


Voto: 2/5

    Nessun commento:

    Posta un commento