martedì 15 luglio 2014

Buona Apocalisse a tutti! - Terry Pratchett, Neil Gaiman




 

I Contenuti

Sulla base delle Profezie di Agnes Nutter, Strega (messe per iscritto nel 1655 prima che Agnes facesse saltare in aria tutto il villaggio riunito per godersi il suo rogo), il mondo finirà di sabato. Sabato prossimo, per essere proprio precisi. È per questo motivo che le temibili armate del Bene e del Male si stanno ammassando, che i Quattro Motociclisti dell'Apocalisse stanno scaldando i loro poderosissimi motori e sono pronti a lanciarsi per strada, e che gli ultimi due scopritori di streghe si preparano a combattere la battaglia finale, armati di istruzioni clamorosamente antiquate e di innocue spillette. Atlantide sta emergendo, piovono rane dal cielo. Gli animi si surriscaldano... Bene bene. Tutto sembra proprio andare secondo il Piano Divino. Non fosse che un angelo un filo pignolo (ma giusto un filo, per carità) e un demone che apprezza la bella vita - ciascuno dei quali ha passato tra i mortali sulla Terra parecchi millenni e si è, come dire?, affezionato a usi e costumi umani - non fanno esattamente salti di gioia davanti alla prospettiva dell'incombente catastrofe cosmica. E allora, se quei due (Crowley e Azraphel) vogliono che quanto profetizzato non si compia, devono mettersi al lavoro subito per scovare e uccidere l'Anticristo (mica una bella cosa, visto che è un ragazzino simpaticissimo). Ma c'è un piccolo problema: sembra proprio che qualcuno lo abbia scambiato con qualcun altro...



La Recensione

"Buona Apocalisse a tutti!" il cui titolo originale è "Good Omens", ("Buoni presagi") è un romanzo scritto a quattro mani da Terry Pratchett e Neil Gaiman del 1990 edito in Italia dalla Mondadori. Nel 2002 era stata pianificata anche una versione cinematografica con la regia di Terry Gilliam, ma il progetto sembra essere stato definitivamente accantonato.

Il libro è una commedia metafisica sull'avvento dell'Apocalisse e contiene elementi parodistici nonché innumerevoli riferimenti eruditi; la trama del libro: il Piano Divino si sta per realizzare, l'Apocalisse, l'Armageddon. Tuttavia, Crowley e Azraphel (un demone ed un angelo che, dopo tanto tempo sulla terra, si sono ben ambientati alla società umana) non sono particolarmente entusiasti della cosa. Decidono quindi di cercare l'Anticristo, per cercare di indirizzarlo con un'educazione bilanciata. Il problema nasce all'undicesimo compleanno del ragazzo, quando iniziano a sorgere i primi dubbi: è forse possibile che una clinica gestita da un gruppo di suore sataniste dedite al chiacchiericcio, possa aver confuso i bambini alla nascita?

Nel libro abbondano riferimenti a film e telefilm popolari, da Guerre stellari, a E.T. - L'Extraterrestre, a La signora in giallo, Dallas, La morte scorre sul fiume e altri. Uno dei personaggi è una ragazzina di nome Pippin Galadriel Moonchild, detta Pepper. Il primo è il nome di uno degli hobbit (maschio) del Signore degli Anelli (in italiano, Pipino), "Galadriel" è il nome di una signora degli Elfi, sempre nel Signore degli Anelli.

Il racconto è divertente, sarcastico, geniale, dissacrante in molte sue parti, ma gli autori non riescono a bilanciare queste caratteristiche per tutta la sua lunghezza e in alcune parti diventa dispersivo, il tono scende parecchio e a volte ci si annoia un poco nella lettura. E' sicuramente un buon romanzo e il suo punto di forza che non è la trama (in alcuni punti un po' scontata) sono decisamente i personaggi che lo abitano: Azraphael e Crowley sono meravigliosi, ma aggiungiamo i quattro motociclisti dell'Apocalisse, l'Esercito dei Cacciatori di Streghe, la stessa Agnes con le sue profezie.

Mi sembra una lettura tipicamente estiva, spensierata e divertente, da leggere per svagare i lunghi pomeriggi dell'estate e dunque che dire se non: "Buon Armageddon a tutti!"


Voto: 3/5

    Nessun commento:

    Posta un commento